Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza,
  e per farti visualizzare contenuti pubblicitari personalizzati, questo sito usa cookie anche di terze parti.
  Chi sceglie di proseguire nella navigazione esprime il consenso all'uso dei cookie. informativa e revoca consensi qui .
 

Access Point TP-Link TL-WA501G

tplink.jpg

All’apertura della scatola si trova l’access point , l’alimentatore il cd e niente altro, procurato un cavo di rete ci si collega all’interfaccia di amministrazione , che si rivela piuttosto spartana ,

facendo un confronto con gli access point dlink per esempio :

non si puo’ selezionare la potenza di uscita ( che e’ comunque sufficiente )

non e’ prevista esplicitamente la modalita’ mixed mode tra 811b e 811g ( 11 Mbit e 54 Mbit ) ma solo l’impostazione della modalita’ tra b e g , anche in modalita’ G pero’ e’ possibile connettersi con schede

che lavorano solo in modalita’ B .

Notiamo pero’ che questo apparecchio puo’ fare da access point , da ripetitore e da client ( che per apparecchi di questa fascia di prezzo non e’ male ) e che supporta il wds ( cioe’ permette l’estensione della rete con piu’ access point senza rallentarla come succede con un repeater ) .

Come prima cosa cambiamo l’indirizzo , 192.168.1.1 che combacia con la maggior parte dei router , e poi passiamo alle prove sul campo , le prove le abbiamo fatte in modalita’ 811G ma con una scheda d-link dwl 520+ ( che non supporta la modlita’ range extender del router e purtroppo il router non supporta la modalta’ a 22 + 4X della d-link ) , abbiamo cioe’ una situazione neutra usando solo lo standard 811B ;

Il link nella stessa stanza e’ stabilissimo sebbene solo a 11 Mbit e si mantiene tale anche con il wep ( abbiamo usato la cifratura a 64 bit ) attivo .

Mettendo l’access point dietro un muro di foratini il segnale non degrada apprezzabilmente;

Dietro due muri portanti il segnale passa un po’ attenuato ma passa

e riusciamo a ottenere tempi di ping di 2 - 3 ms;

Insomma attenzione perche’ il segnale sara’ captabile sicuramente anche fuori da casa vostra.

Ripetendo il test con una scheda 811G si ottengono buoni risultati

che ricalcano la prova con la dwl 520+ , in modalita’ client

sebbene non ci sia indicazione sulla potenza del segnale ricevuto la connessione e’ stabile e non si perdono pacchetti nemmeno dietro due muri portanti.

Dal punto di vista della sicurezza sono supportati web , wpa , wpa2 , wpa-psk, wpa2-psk oltre al filtraggio dei mac address per cui anche i piu’ paranoici ci si troveranno bene.

Questo access point si trova suol mercato a partire da 60 euro ,

non e’ quindi della fascia ultra economica ma non e’ nemmeno un deluxe , anche se i menu’ sono un po’ scarni come prestazioni e versatilita’ non delude affatto , anzi sotto questo aspetto e’ comparabile con modelli ben piu costosi.

Aggiornamento :

Sul sito e’ presente un aggiornamento del firmware

ora e’ possibile la gestione della potenza di uscita e dello standard

per i canali ( in base al paese ) , per cui si possono abililitare i canali 12 e 13

Ho aggiornato il firmware senza difficolta’ ( usa un sistema con server tftp ma il software e’ a corredo ) pero’ una volta aggiornato l’ap poresenta un difetto , sembra che i pacchetti netbios si perdano , i pc non si vedono in risorse di rete , ok , invece il ping e la navigazione in rete , mettendo un altro ap per prova tutto funziona , ho contattato la tp-link , vediamo che mi dicono .

Mi hanno mandato il vecchio firmware e adesso funziona bene , vediamo col prossimo aggiornamento .

Aggiornamento (30/09/07) :

Sul sito c’è un firmware aggiornato ( 20/07/07 )

L’ho caricato senza problemi e poi ho resettato l’ap ( spento , si preme il bottoncino , si accende e si aspetta per 10 secondi )

Reimpostato funziona bene , in piu’ ci sono i canali 12 e 13

la gestione potenza e il ripetitore universale ( che pero’ non ho ancora testato )

Aggiornamento : 14 nov 2007 , ho potuto testare la funzione di ripetitore universale , ho fatto il test su un alice gate , prova positiva

tutto regolare , il repeater diventa trasparente e si prende una sola linea con segnale piu’ forte , i pc passano da un access point all’altro senza perdere segnale.

unica pecca in questa modalita’ non e’ suppportata la cifratura in wpa.

28 luglio 2008 :

Sto provando l’ultimo firmware , adesso il wpa e’ supportato sia come AP che come Client , non ( ancora ? ) come repeater .

27 commenti


eXTReMe Tracker