Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza,
  e per farti visualizzare contenuti pubblicitari personalizzati, questo sito usa cookie anche di terze parti.
  Chi sceglie di proseguire nella navigazione esprime il consenso all'uso dei cookie. informativa e revoca consensi qui .
 

la Nduja , salume tipico .

nduja2.jpg

La ‘Nduja e’ un salume morbido e particolarmente piccante che ricorda il salame ma che al taglio si rivela tutta un’altra cosa .

La zona di nascita e’ Spilinga (VV) ma la zona di produzione originale comprende tutta la zona di monte Poro , oggi purtroppo viene imitata piu’ o meno bene ( spesso meno ) e prodotta in molte zone della calabria ma non solo .

Viene preparata con carne di suino ( la carne e’ quella per le salsicce, parte del guanciale e della pancetta, le frattaglie al contrario di quanto si dice in giro non vengono adoperate ) , abbondante grasso ( sempre di suino ) , peperoncino (piccantissimo ) tritato ( non macinato ) e conserva di peperoni ( dolci ), puo’ contenere per tradizione anche cotenna preventivamente sbollentata, una volta stagionata rimane perfettamente spalmabile , per conservarla a lungo si puo’ togliere dal budello e mettere in un vasetto di vetro coprendo poi con olio di oliva extravergine, la produzione della nduja non e’ facile da imitare ,

ottenere il giusto grado di morbidezza , il gusto non troppo piccante ne’ troppo poco rientra nei segreti della tradizione .

Come si puo’ gustare la Nduja ?

Spalmandola su fette di pane abbrustolito al naturale o arrostita sulla brace , ( ma se e’ la prima volta che la assaggiate meglio del buon pane fresco che ne mitiga il gusto piccante ) , sulla pasta preparando un battuto di cipolla rossa di tropea on olio extravergine di oliva e aggiugendo la nduja come per preparare un ragu’ , o aggiungendo una nota piccante proprio ad un ragu’ o magari sulla pizza .

Ma come essere certi di assaggiare la vera nduja ?

Potete acquistarla al naturale o in vasetto , e come gia’ detto la zona di produzione della nduja tradizionale e’ Spilinga e il Monte Poro , in generale comunque possiamo dire che la nuova provincia di Vibo Valentia racchiude piu’ o meno bene la zona di produzione tipica , se potete recarvi in loco per acquistarla tanto meglio , se la aquistate fuori chiedete la zona di produzione e preferite quella prodotta in provincia di Vibo Valentia o al massimo di Catanzaro , perche’ checche’ se ne dica la nduja non e’ una tradizione di tutta la calabria e imitazioni mal fatte ce ne sono parecchie ( per fortuna non tutta la nduja prodotta fuori dalla zona tipica e’ fatta male )

Io ho fatto la prova prendendo la nduja in vasetto di vari salumifici …

molti sono in provincia di Cosenza ( che e’ la provincia piu’ vasta della calabria ) , alcuni fanno una buona imitazione ( preferisco l’originale pero’ ) altri be’ … sul vasetto c’e’ scritto nduja … ma quello che c’è dentro e’ un altra cosa , magari di buon sapore ma un’altra cosa . Parecchi amici cosentini mi hanno confermato che la nduja non rientra nella loro tradizione , e molti non l’avevano mai assaggiata o addirittura sentita nominare; in generale tutto bene per i salumifici di Vibo che offrono per la maggior parte il prodotto piu’ vicino a quello tradizionale , anche alcuni salumifici di Catanzaro si difendono bene ma non tutti, per cui occhio alla provenienza! Se potete scegliere , a parer mio e’ preferibile in ordine :

Spilinga -> Monte Poro -> Vibo -> Catanzaro -> Cosenza

Buon Appetito !

nduja1.jpg

—————————————–

Advertising

Calabria e sapori , prodotti tipici calabresi sapori di una volta
Calabria e Sapori , Prodotti tipici calabresi




Lo 'Ndujotto, una piccola 'nduja

Aggiungi un commento


eXTReMe Tracker