Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza,
  e per farti visualizzare contenuti pubblicitari personalizzati, questo sito usa cookie anche di terze parti.
  Chi sceglie di proseguire nella navigazione esprime il consenso all'uso dei cookie. informativa e revoca consensi qui .
 

Comprare all’asta su internet conviene ? Non sempre se si e’ distratti

State cercando qualcosa di particolare e magari allo stesso tempo anche di fare un affare ?

Allora le aste online ( non solo su ebay ) fanno al caso vostro ma e’ il caso di fare attenzione !

Ultimamente sto seguendo un po’ di aste e mi sono accorto che un sacco di gente compra oggetti usati a prezzi pari o superiori a quelli del nuovo a volte persino di molto superiori , giusto per fare qualche esempio

stavo seguendo le aste per un router d-link , modello G624T non piu’ in commercio , oggi e’ sostituito

dal G6240B che costa su un noto negozio online 49.90 € ( In promozione ) , bene le aste per i G624T si sono attestate tutte sopra i 35 euro ( piu’ le spese di spedizione in genere 9,40 € ) , le aste per il G2640B hanno superato spesso i 50 euro ( sempre senza spese di spedizione ) , cioe’ si e’ pagato un prodotto usato quasi al prezzo del nuovo per il G624T mentre per il G6240B si e’ addirittura superato il prezzo del nuovo ;

Ora per il G624T la cosa poteva essere giustificata dal fatto che in commercio non esiste praticamente piu’

ma per modello ancora in commercio bastava fare un ricerca su google con ” G6240B + prezzo ” per vedere che non valeva la pena comprarlo all’asta;

Stessa cosa mi e’ capitato per dei dischi rigidi , oggi con 50 € si compra un disco rigido da 200 Gb ( Eide ) o da 320 Gb ( S-Ata ) , bene parecchie aste per dischi rigidi usati di capacita’ tra 100 e 160 gigabyte si sono conluse sui 50 euro , anche qui con una semplice ricerca su google si sarebbe vista la non convenienza di portare l’asta a quel prezzo ( per l’acquirente intendo ) sia per il prezzo che per il fatto che il prodotto nuovo gode di due anni di garanzia che il prodotto usato certamente non ha .

Ora non sto a elencare tutti gli oggetti pero’ la tendenza e’ questa , contemporaneamente ho seguito le aste sullo stesso sito di oggetti che si trovavano all’estero ( spagna , inghilterra , germania ) , stranamente questo fenomeno non si e’ verificato , i prodotti usati non arrivavano nemmeno alla meta’ del prezzo del nuovo;In piu’ non c’era la tendenza ad alzare l’asta a giorni di distanza dalla scadenza cosa che fa alzare solo il prezzo finale senza aumentare le probabilita’ di aggiuducarsi l’oggetto ; come si spiega tutto questo ?

Sinceramente non saprei , non posso pensare che in italia manchi il “sale in zucca” , probabilmente c’è meno padronanza del mezzo internet e delle possibilita’ che offre .

Il suggerimento ? Prima di partecipare ad un’asta online valutate il valore reale del bene , lo stato in cui si trova e l’eventuale garanzia residua poi in base al prezzo del nuovo , che si trova facilmente cercando il prodotto su google magari aggiungendo +prezzo al nome , decidete un prezzo “equo” e se l’asta lo supera lasciate perdere, e sopratutto se vi interessa un prodotto ricordate che l’asta si vince negli ultimi 60 secondi !

Nel caso si acquisti all’estero e’ sempre consigliabile chiedere il prezzo della spedizione se non e’ indicato e chiedere conferma se indicato , a volte l’indicazione non corrisponde , anche se avete gia’ acquistato da quelle parti chiedete sempre , perche’ per esempio per un oggetto che pesa mezzo chilo si puo’ usare un pacco internazionale o una raccomandata internazionale ( ogni paese li chiama in modo diverso ma sono presenti in tutta europa ) solo che il pacco ha una tariffa fissa fino ad un certo peso ( 20 o 30 kg ) mentre la raccomandata variabile in base al peso e costa molto meno fino a 500gr , oltre 1 chilogrammo costa di piu’ o uguale.

Aggiungi un commento

Altra persona poco onesta su ebay …

3d_9800.jpg
Vi racconto in breve :
Utente con 11 feedback positivi , mette una decina di inserzioni per vendere delle Hecules 3D prophet 9800 , le quali si chiudono tutte
dai 15 ai 20 euro , dato che la scheda era dichiarata nuova e ( a trovarla ci vogliono almeno 100 - 120 euro la cosa era gia’ strana
in partenza ma comunque non e’ la prima volta ( sebbene siano eventi rari ) che su ebay si prende roba a prezzo inferiore al valore .
Contattato per il pagamento chiede ricarica postepay o vaglia ,
fatta la ricarica postepay , dopo un paio di giorni comunica che non ha ricevuto il pagamento , rimandati i dettagli non si fa vivo …
successivamente ebay cancella il suo account .
Il tizio ha (aveva ) come nome utente francocarli60 , ma per la ricarica dava il nome di R***AELA MIRTO ( che probabilmente a questo punto corrispondera’ a una carta fatta con dati falsi ) e una postepay xxxx.6004.4470.9192 ( i primi numeri li ho oscurati io ) , se vi capita un venditore che vi chiede di essere pagato su questa carta occhio , ovviamente non sto dicendo che tutti i venditori omonimi siano scorretti tanto piu’ che non c’è certezza che il nome della persona sia effettivamente quello alla quale la carta e’ intestata.

10 commenti


eXTReMe Tracker