Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza,
  e per farti visualizzare contenuti pubblicitari personalizzati, questo sito usa cookie anche di terze parti.
  Chi sceglie di proseguire nella navigazione esprime il consenso all'uso dei cookie. informativa e revoca consensi qui .
 

Access Point TP-Link TL-WA501G

tplink.jpg

All’apertura della scatola si trova l’access point , l’alimentatore il cd e niente altro, procurato un cavo di rete ci si collega all’interfaccia di amministrazione , che si rivela piuttosto spartana ,

facendo un confronto con gli access point dlink per esempio :

non si puo’ selezionare la potenza di uscita ( che e’ comunque sufficiente )

non e’ prevista esplicitamente la modalita’ mixed mode tra 811b e 811g ( 11 Mbit e 54 Mbit ) ma solo l’impostazione della modalita’ tra b e g , anche in modalita’ G pero’ e’ possibile connettersi con schede

che lavorano solo in modalita’ B .

Notiamo pero’ che questo apparecchio puo’ fare da access point , da ripetitore e da client ( che per apparecchi di questa fascia di prezzo non e’ male ) e che supporta il wds ( cioe’ permette l’estensione della rete con piu’ access point senza rallentarla come succede con un repeater ) .

Come prima cosa cambiamo l’indirizzo , 192.168.1.1 che combacia con la maggior parte dei router , e poi passiamo alle prove sul campo , le prove le abbiamo fatte in modalita’ 811G ma con una scheda d-link dwl 520+ ( che non supporta la modlita’ range extender del router e purtroppo il router non supporta la modalta’ a 22 + 4X della d-link ) , abbiamo cioe’ una situazione neutra usando solo lo standard 811B ;

[Read More…]

27 commenti

Scheda di rete wireless Surecom 9321/G rev 2A

surecom.jpg

Ecco il test di questa scheda di rete, per fare le prove e’ stata usata in combinazione con il DWL G730 precedentemente testato e con un “vecchio” dwl 900 AP+, la prova si riferisce ad un solo esemplare e non e’ detto che sia valida per tutti gli altri in circolazione.

Per prima cosa la scheda e’ stata installata con i driver originali ,

al riavvio su windows 2000 avveniva un errore con il software di gestione della scheda , aggiornando i drivers surecom il problema si e’ risolto.

Su xp SP1 con i driver aggiornati l’errore si presenta se si chiude il software di gestione , su XP SP2 l’errore non si e’ mai presentato .

La scheda poi per i motivi che evidenzieremo e’ sata testata anche con i reference driver scaricabili dal sito di Realtek che produce i chip

utilizzati.

Prova in modalita’ automatica tra 811b e 811g

Con access point nella stessa stanza : segnale 14 % 2 Mbps per il dwl G730 , 35 % e 2 Mbps con il dwl 900 AP+ ,

segnale e velocita’ ( di handshake non reale ) fluttuanti.

Con access point in una stanza adiacente separata da un muro non portante : segnale 12 % per il dwl G730 2Mbps , 30 % per il dwl 900AP+

Con access point in una stanza adiacente separata da un muro interamente portante

Segnale assente con dwl G730 , 4 % senza aggancio per dwl 900 AP+

Purtroppo il test sembra molto deludente , per scupolo pero’ si sono sostituiti i driver con i reference ( che di solito non sono ottimizzati per la specifica scheda )

Con access point nella stessa stanza : segnale 62% 18 Mbps per il dwl G730 , 70 % e 11 Mbps con il dwl 900 AP+ ,

segnale e velocita’ ( di handshake non reale ) fluttuanti.

Con access point in una stanza adiacente separata da un muro non portante : segnale 58 % per il dwl G730 12Mbps , 65 % e 11 Mbps per il dwl 900AP+

Con access point in una stanza adiacente separata da un muro interamente portante

Segnale assente con dwl G730 , 14 % con aggancio a velocita’ instabile per dwl 900 AP+

In piu’ con i driver reference e’ possibile abilitare la modalita’ access point, che e’ risultata perfettamente funzionante , usando la scheda come access point sono state possibili connessioni a 54 Mbit

usando l’access point come client.

La scheda con i driver del produttore va decisamente male ( per lo meno accoppiata a prodotti d-link ) recupera stranamente con i driver reference , in realta’ la sensibilita’ sembra non aumentare parecchio , il segnale dietro un muro spesso sparisce lo stesso ,

( una dwl 520+ per fare un esempio nelle stesse condizioni con il dwl g730 arrivava al 60 % ) , ma per lo meno l’indicazione della potenza ricevuta e’ piu’ realistica.

La velocita’ di handshake non si e’ mai assestata oltre 18 Mbps , un po’ pochino per l’ 811g .

La scheda ha pero’ il vantaggio di costare molto poco , si trova a meno di 13 euro + iva presso i distributori .

A chi serve ? A chi ha l’access point nella stessa stanza o dietro una parete di foratini, anche se un po’ di margine si recupera con una antenna da 5 db del costo di 5 o 6 euro.

Giudizio : scheda economica con prestazioni da scheda economica ,

non si capisce come mai i driver reference siano migliori di quelli del produttore e come mai in funzione access point ( possibile solo con i driver di riferimento realtek) la connessione avvenga piu’ velocemente e piu’ stabilmente che in modalita’ client.

Aggiungi un commento

Dlink DWL G730AP

Inauguriamo la sezione prove con questo apparecchio ,

e’ veramente tascabile , nel taschino della camicia ci sta’ largo!

Pesa molto poco , e uno switch posto sotto la base permette di cambiare la funzione tra Access Point , Router , Client . Nota importante l’apparecchio si ricorda le impostazioni per ogni modalita’ ;

Si gestisce con una comoda interfaccia web , ed e’ semplice ed immediato da configurare.

Ottimo come router ha tutto quello che serve , firewall e filtri compresi , il port forwarding si fa in pochi secondi con i virtual server di cui i principali gia’ preconfigurati.

Come dichiarato nelle specifiche e’ fatto per coprire una stanza ,

questo e’ tragicamente vero , infatti nella stessa stanza con wep attivo

si tiene tranquillamente una connessione a 54 Mbit/sec ( il transfer rate effettivo e’ un po’ piu’ basso );

Spostandosi ed interponendo una parete non portante il segnale degrada , e’ comunque possibile navigare tranquillamente;

Interponendo due pareti sempre non portanti l’aggancio non e’ stabile

si perdono quasi tutti i ping e navigare e’ impossibile.

Nella modalita’ client stessa cosa se l’access point non si trova nelle vicinanze c’è poco da fare.

Insomma come apparecchio e’ un gioellino , come utilita’ dipende ,

se volete coprire la casa non fa per voi , se volete coprire una saletta senza far uscire il segnale allora e’ ok ;

Non e’ comunque un apparecchio per uso continuativo ( a mio parere ) dato che sviluppa parecchio calore , la custodia da trasporto fornita assieme potrebbe essere una prova che avvalora questa ipotesi.

Nell’esemplare in prova si sente il rumore di commutazione switching dell’alimentatore, probabilmente pero’ è un caso.

Collegato vicino ad un pc puo’ essere alimentato da una porta usb con un cavo apposito fornito in dotazione.

DWLG730AP.jpg

Aggiungi un commento

CD e DVD a prezzi interessanti

Messaggio simil-promozionale utente avvisato … messaggio skippato !
Ultimamente i cd e i dvd in negozio costicchiano , anche perche’ ci si paga sopra un contributo per la siae paragonabile al costo del supporto , l’italiano medio giustamente ha cercato di risparmiare rivolgendosi all’estero ( i siti esteri che vendono cd a prezzi bassi non c’è bisogno che ve li dica io , uno famosissimo tedesco ha creato perfino una sezione in lingua italiana per il sito ) .
Ora quasi per sbaglio ho trovato un negozio ( web ) in italia che ha prezzi simili a quelli esteri ( almeno se si ha qualche problema si parla italiano ) e spesso permette di ordinare senza spese di spedizione, io mi trovo bene e ho pensato di promuoverlo ,
ecco il link ( e’ sponsorizzato , se non mi volete sponsorizzare andate all’indirizzo “liscio” senza usare il link)

http://www.youbuy.it

Aggiungi un commento

Vodafone e la Maledizione della Segreteria telefonica

Se avete una scheda vodafone disattivate la segreteria telefonica ,
infatti se vi chiamano passati i 5 - 6 squilli si attiva automaticamente e senza avvisare la segreteria “vodafone servizio di segreteria … ” ( - 21 centesimi per il poveretto che chiama ) lo stesso accade se gli chiudete la telefonata , se il telefono e’ spento a volte si attiva subito a volte e’ preceduta dal messaggio che sta’ per avvenire il trasferimento …
Non voglio dire che sia una cosa voluta ( ma la cosa mi puzza dopo il taglio dei costi di ricarica ) , ma dato che la segreteria e’ stata riattivata a molti che la avevano disattivata e’ il caso di controllare la vostra ;

sembra che non capiti solo a me …

http://m1979.blogspot.com/2007/03/vodafone-la-fregaturais-now.html

Aggiungi un commento

Copyright vs Liberta’ Digitali

E’ piu’ importante difendere il copyright o la liberta’ ( anche digitale ) dei cittadini ? La risposta sembra ovvia , ma purtroppo non lo e’ .

Approfondimenti (tratti da punto informatico) :

L’unione europea pronta al si sulla blindatura dei contenuti digitali :

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1938302&r=PI

Sony ha pronto un nuovo “lucchetto” per bloccare lo scambio di contenuti protetti tra cellulari ( ne serviva un altro ? )

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1936843&r=PI

La repubblica gira la frittata :

“La tecnologia messa a punto si chiama Mobile Trusted Module

E’ la trasposizione nei cellulari delle protezioni per i computer

Un patto per i cellulari “blindati” Furti e virus faranno meno paura.”

Peccato che il MTM serva principalmente per impedire la libera circolazione di suonerie e filmati ..

Per saperne di piu’ cercate in rete “palladium” e poi pensate se lo volete sul vostro cellulare e sul vostro pc …

link

RIIA pur di difendere i propri diritti vuole obbligare una bimba di 10 anni a testimoniare in tribunale contro la madre , nonostante il rischio

che la bimba possa esserne traumatizzata.

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1936865&r=PI

Il padre del DMCA sconfessa la propria creatura

Solenne bocciatura della restrittiva legge sul copyright in vigore da un decennio negli States: i discografici l’hanno usata per galleggiare piuttosto che per innovare e far evolvere il proprio business

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1935461&r=PI

Le Mani sulla Televisione Digitale

di Alessandro Bottoni - Divieto di registrazione, di copia, di condivisione, di trasferimento, obbligo di aggiornamento dell’hardware, oscuramento dei canali liberi. Questo è quanto sta accadendo nel silenzio generale

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1929908&r=PI

Proprietà intellettuali, si avvicina la stretta UE

Crescono le preoccupazioni per l’avanzare della direttiva IPRED2, destinata a criminalizzare gli utenti e a fare degli ISP dei poliziotti della rete. Major e brevetti più tutelati che mai. Si privatizza la giustizia?

http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1928412&r=PI

Aggiungi un commento

Lo ZV 40 mi ha tradito

Eccolo li bellino , con un sacco di funzioni … e dopo 3 mesi sembra un pc con windows impallato , il display ha il rosso al posto del bianco , i menu si aprono nei posti piu strani e vanno a spasso per lo schermo o a tratti si trasformano in puntini colorati …
Almeno lo avessi usato in questi 3 mesi … no ho usato il vecchio telefono per tenere questo nuovo … era troppo bellino per rovinarlo …
Ma dico … me le chiamo tutte io ?

zv40.jpg

rimedio della nonna : sale.jpg peperoncino.jpg

chissa’ magari funziona … ma ci credo poco

Aggiungi un commento

Condensatori Elettrolitici non polarizzati

Questo trucco lo conosceranno in moltisssimi ma non si sa mai potrebbe risultare utile.
Qualche volta capita di dover sostituire in un apparecchio antico dei condensatori elettrolici non polarizzati, spesso con tensioni di isolamento abbastanza elevate ma di valore modesto;
Purtroppo non sempre si riesce a reperire un ricambio adatto, eppure la possibilita’ di ripristinare l’apparecchio esiste;
Per prima cosa controlliamo la tensione di isolamento del condensatore da sostituire ( per esempio 400 V ) e la capacita’ ( esempio 6 uF ),
adesso non ci resta che procurarci due condensatori elettrolici normali di capacita’ doppia (12 uF nel nostro caso ) e tensione di isolamento uguale o leggermente superiore ( 400 V o anche 450 in questa ipotesi ) collegandoli in antiserie ( positivo con positivo ) e usando i terminali negativi come i capi del nostro nuovo condensatore non polarizzato da 6 uF 400V lavoro; Nulla cambierebbe collegando assieme i due negativi e usando i positivi come capi del condensatore non polarizzato, mi raccomando non lesinate sulla tensione di isolamento e data la notevole tolleranza dei condensatori elettrolitici non sarebbe male selezionarne due della stessa capacita’ ( o molto vicina ) col capacimetro .

1 commento


eXTReMe Tracker