Per offrire una migliore esperienza di navigazione, per avere statistiche sull'uso dei nostri servizi da parte dell'utenza,
  e per farti visualizzare contenuti pubblicitari personalizzati, questo sito usa cookie anche di terze parti.
  Chi sceglie di proseguire nella navigazione esprime il consenso all'uso dei cookie. informativa e revoca consensi qui .
 

Qualche domanda ai lettori :-)

Il blog e’ arrivato ai due anni di vita , a questo punto sarei curioso di sapere cosa ne pensano i lettori ,

in particolare sarebbe utile sapere se :

1) I post sono chiari e comprensibili.

2) Il linguaggio usato non e’ troppo tecnico anche dove non necessario ,

oppure magari e’ troppo poco tecnico ove necessario.

3) A parte qualche errore di battitura che scappa sempre ,

se si notano errori di grammatica e ortografia

magari ricorrenti.

4) se alla fine il blog vi e’ stato di qualche utilita’ .

5) commenti e suggerimenti .

Chi volesse rispondere aggiunga un commento a questo post ,

grazie in anticipo a tutti quelli che mi dedicheranno un po’ del loro tempo per permettermi di migliorare il blog .

1 commento

Scheda di rete wireless USB GOLD WL0123 con antenna esterna

gold-wl0123.jpg

In rete si trovano spesso istruzioni su come aggiungere un’antenna esterna ad una pennina wireless

usb, volente o nolente infatti l’antenna interna delle schede di rete usb a pennina non puo’ garantire grandissimi risultati , volendo pero’ è possibile trovare sul mercato delle schede di rete che sono dotate gia’ all’origine di antenna esterna e per di piu’ ad un prezzo conveniente ;

la scheda in test infatti e’ costata 15 euro compresa di iva , vediamo adesso come si comporta e come possiamo sfruttarla.

Per prima cosa notiamo che non solo l’antenna e’ esterna ma e’ anche staccabile essendo avvitata su un connettore standard RP-SMA ( SMA con polarita’ invertita )

gold-wl0123_1.jpg

Quindi oltre che con la sua antenna e’ in grado di funzionare con tutte le antenne dotate di connettore compatibile.

gold-wl0123_2.jpg

Una piccola pecca si trova nel cd di installazione che contiene dei driver vecchiotti , ma in ogni caso perfettamente funzionanti , sono i driver originali della ralink ( il chipset e’ un RT73 ) ,

volendo da questa pagina Link e’ possibile scaricare i driver aggiornati ( Scaricate quelli per RT257x ) .

[Read More…]

Aggiungi un commento

Nvidia Geforce 6800 e AGP via KT400a

asus6800xt.jpg

Se avete un sistema con scheda madre con slot agp e’ ancora oggi possibile trovare delle schede video di ricambio , quasi tutte pero’ sono native pci-express con chip di traduzione per agp .

Nonostante tutto sul mercato dell’usato qualcosa si trova … per esempio le schede con chipset Nvidia Geforce 6800 sono ancora molto richieste dai giocatori dato che stranamente alcune schede video successive si sono dimostrate meno performanti , ora anche a me e’ capitato di poter mettere le mani su una Geforce 6800, precisamente una Asus N6800XT 128 Mb ed ho pensato di provarla sul mio sistema ( la scheda era stata preventivamente testata a fondo su una ecs K7S5A ), adesso deve andare su una MSI KT4AV .

Bene , disinstallo i driver ATI ( andavo a sostituire la famosa Radeon 9600 XT con problema di compatibilita Via KT400a ) , tolgo l’ati , metto la geforce ( non a pc accesso ovviamente ) , riavvio , ed installo i driver , la scheda viene riconosciuta e gia’ posso impostare risoluzione 1024×768 a 32 bit e 85 hz di refresh , i programmi funzionano tutti , il 3D e’ una favola ( quasi il doppio di fps della 9600 con le impostazioni grafiche dei vari giochi quasi al massimo dove per la 9600 tenevo al minimo , ovviamente con basso o nullo antialias )

OK , riavvio del pc … c’è qualcosa di strano , artefatti sulla schermata di avvio di windows ? Ma come e’ possibile ? All’avvio della schemata del desktop windows tutto bene finche’ ad un tratto “BUM” schermata blu ( ho disattivato il riavvio automatico ) K_Mode_Kernerl_Exception in nv4_disp.dll …

Riavvio … idem …

Brutta cosa … anche perche’ fino ad un attimo prima tutto perfetto …

OK , non ve la faccio lunga , disattivo i programmi in esecuzone automatica da modalita’ provvisoria ed il pc si avvia , riattivandoli ad uno ad uno mi accorgo che e’ Sjphone ( un client per utilizzare uno o piu’ provider voip direttamente dal pc , dalla mia esperienza e’ forse il migliore ) a mandare in panico i driver nvidia , il che e’ assurdo … anche il setup di sjphone manda in panico i driver … e se cerco di attivare la scheda tv la schemata blu a scelta da un errore di accesso alla memoria o un una kernel exception…

A questo punto non credo sia colpa di Sjphone … e non insisto a verificare quanti altri programmi mi regalano una schermata blu di affetto …

Nel bios della mother board disattivo il fastwrite ( l’agp e’ bloccato su auto , se riesco a parlare con chi ha fatto questo bios …)

ed al successivo riavvio non ci sono artefatti , il pc parte … arriva a sjphone e “BUM” .

OK , la disperazione era dietro l’angolo e gia’ sbirciava …

[Read More…]

Aggiungi un commento

Utile accessorio , da USB a Serial ATA e IDE

ide_sata_to_usb.jpg

Laptop da reinstallare che non legge piu’ i cd ? Hard disk con dati da trasbordare ?

Senza aprire il pc ecco la soluzione , questo adattatore permette di collegare un disco rigido ide ( sia 2.5 ” che 3,5” ) o sata ( o entrambi per trasferire dati dall’uno all’altro ) ad un pc tramite la porta usb, funziona anche con periferiche ottiche come lettori CD e DVD e dovrebbe supportare anche i masterizzatori ( non l’ho testato con un masterizzatore ) , collegato ad un pc che permette l’avvio da usb permette di avviare il sistema . Permette anche di aggiornare un pc senza attacchi per dischi serial ata alloggiandolo all’interno del case . Insomma direi che nella valigia del tecnico e’ quasi d’obbligo !

Ultima nota la velocita’ di funzionamento su USB 2.0 non e’ affatto male .

Il prezzo ? Varibilissimo , in ogni caso cercando su ebay si trova in italia per una decina di euro + spese di spedizione.

3 commenti

Alimentatore AXP (AXPERTEC) serie economica , test superato !

Quando il pc comincia ad essere affollato ( tante schede pci , tanti hard disk , lettore dvd e masterizzatore ,

controller per le ventole ecc… ecc… ) l’alimentatore di serie comincia a mostrare i suoi limiti , se si installa il programma motherboard monitor [ link per scaricarlo ] si possono tenere sotto controllo le tensioni erogate dal proprio alimentatore al variare del carico , bene era proprio giunta l’ora di cambiare dato che la 12V era diventata 11,8 e la 5V era 4,8 ,

guardando un po’ in giro per un alimentatore onesto ma senza fronzoli ( tipo led e simili ) mi e’ capitato questo per le mani AXP Simplepower 630 Watt , e’ un prodotto RETAIL , fornito in scatola e con cavo di alimentazione , la presa non e’ il tipo italiano ma ormai purtroppo e’ la norma ; questo alimentatore e’ un silent ( per davvero , a pc acceso sento le ventole ausialiarie e quelle di scheda video e processore ma quella dell’alimentatore e’ praticamente impercettibile , eppure il flusso di aria uscente e’ discreto ) ed e’ di un certo peso , si proprio peso !

Dispone di 5 uscite molex a 4 poli per periferiche da 3”1/2 , una per floppy disk , due pci-express per schede video in sli , 3 serial ata e ovviamente l’attacco atx a 24 poli sdoppiato ( 20+4 ) .

Sotto carico le tensioni sono semplicemente perfette ( -12 -> -11,94 ; +12 -> 12,04; +5 ->5,00 ) , tranne la -5V che e’ completamente sballata , ho poi scoperto che tale tensione e’ assente di fabbrica dato che non piu’ usata da parecchi anni e quindi non essendo presente leggendo le tensioni dal bios viene corretamente rilevata come non fornita mentre motherboard monitor da un valore di 3,8 v che in realta’ non e’ presente ( anche perche’ il filo della -5V e’ proprio assente ) .

N.B il sotto carico della prova si riferisce a: 3 dischi rigidi 7200 rpm , lettore dvd , masterizzatore dvd , Nvidia GeForce 6800 XT , Athlon XP 1800 , 3 ventole ausiliarie con controller , scheda tv tuner , controller raid , e ovviamente in fase di “lavoro” .

Che dire , l’esito della prova e’ certamente piu’ che positivo , anche se avrei preferito che la -5V fosse implementata , per la fascia di prezzo a cui appartiene da 45 - 55 euro e’ veramente ottimo , poi ha il PFC passivo e quindi funziona bene con i gruppi di continuita’ economici ( ricordo che gli alimentatori con il PFC attivo possono guastarsi se alimentati con onde non sinusoidali ovvero UPS economici ) .

Per dovere di cronaca riporto che il PFC e’ il sistema di correzione del fattore di potenza , detto terra terra

serve a limitare ( un poco ) l’assorbimento di corrente a parita’ di potenza reale assorbita , il pfc attivo assolve meglio a questa funzione ma … e’ piu’ delicato come sensibilita’ all’ alimentazione , per esempio l’ enermax che di alimentatori se ne intende spiega che con alimentatori con pfc attivo serve necessariamente un gruppo di continuita’ ad onda sinusoidale pura , mentre con pcf passivo si puo’ usare indifferentemente un ups che fornisca in uscita un’ onda pseudo-sinusoidale ( o sinusoidale simulata ) oppure uno che fornisca un’ onda sinusoidale pura ; Ovviamente gli UPS che erogano onde sinusoidali pure costano piu’ degli altri, a volte parecchio .

Link alla nota enermax su pfc e ups ( in inglese )

link

Link al sito di AXPERTEC che merita una visita dato che ha davvero dei bei prodotti

link

Aggiungi un commento


eXTReMe Tracker